sabato 2 luglio 2022
12.01.2012 - MARIA BOLOGNA

Garibaldi sbarca a Montecarlo

Nel Principato analizzata e studiata la figura "mitica" dell'eroe dei due mondi: Giuseppe Garibaldi

Per raccontare la figura di Giuseppe Garibaldi, il prof. Andrea Possieri, storico di rinomata fama e invitato alla prima conferenza dell'anno organizzata ieri dall'associazione Dante Alghieri, ha stilato una lista di ben 11 descrizioni che furono attribuite al mito ed eroe rinascimentale dei due mondi. Certamente, per arrivare da mozzo, con cappello a falda larga (1821) a Padre della Patria, a cavallo con un poncho e lo sguardo da eroe (1882) la strada è stata lunga e tortuosa. 

Tra le ragioni di questa ascesa di popolarità, secondo quanto ha raccontato Possieri al pubblico presente sfortunatamente non così numeroso, ci fu anche la necessità d'investire 'mediaticamente' qualcuno con gli abiti dell'eroe. A supporto della tesi sostenuta, sono state proiettate numerose immagini rappresentanti curiose vignette dell'epoca che ritraevano Garibaldi in varie fogge, a seconda che fossero gl'italiani, gl'inglesi o i francesi a descrivere le gesta dell'uomo che ebbe l'ardire di marciare con più di mille uomini dalla Sicilia fino a Teano, per unire il Sud al Nord d'Italia.

Da non dimenticare che, alla fama di Garibaldi, contribuì anche Alexandre Dumas, scrittore che all'epoca aveva un grande seguito: il francese infatti lo identificò come eroe del Risorgimento ed elemento chiave per la riuscita dell'unità nazionale italiana. Mostrata po la copertina dell' opuscolo, 'Il Fischietto'  pubblicato nel dicembre del 1861, che illustrava, un pò come le vignette di Forattini, il ritratto di Dumas Garibaldino con il poema dell’Eneide a cui viene associata la didascalia provocatoria 'La Garibaldumasseide'.

Ma allora, chi fu davvero Garibaldi? Solo in conclusione, lo storico Possieri, ha rivelato la soluzione: una figura polimorfica e proteiforme, dotato di grande carisma e rivoluzionario nell'anima, capace di essere protagonista della storia riunendo un popolo sotto un'unica bandiera ed incarnando perfettamente quello che era il dualismo risorgimentale.Insomma un uomo moderno e senza tempo.

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo