sabato 2 luglio 2022
07.03.2012 - Alessandro Giacobbe

L'Imperia Rugby femminile ruggisce a Grugliasco

 

Domenica 4 marzo, Grugliasco, dintorni di Torino, bel campo erboso e un po' fangoso, morbido e valido per una buona giornata di rugby. Si ritrovano le squadre femminili della Coppia Italia a 7, concentramento Nord-Ovest. Si è in casa del Torino, la squadra massiccia ed abile che guida il campionato.

Come già ad Imperia, si formano due gironi. C'è anche l'Aosta, che ad Imperia non era presente. L'Imperia si ritrova in un girone che comprende l'Aosta, un squadra piemontese il Liceo Monti di Chieri e il Savona. Liguria, Piemonte e Valle d'Aosta, dunque. Una possibilità di poter affermare un po' di supremazia a livello ultraregionale. All'Imperia manca Giulia “Tankian” Toscano, febbricitante, che aveva molto ben impressionato per la sua velocità nel concentramento di Imperia. Si rivede in formazione la talentuosa Barbara Sappa. La squadra dei coach La Macchia e D'Occhio si presenta davvero in forma. Gli allenamenti compiuti con serietà e con applicazione tecnica danno i loro frutti. Nella prima partita Imperia “asfalta” Aosta, con un punteggio di 9 mete a 0. Segnano tre volte Arianna Di Stefano, sicuramente molto ispirata già in fase di allenamento, poi due volte Viola Ramone ed una a testa Giulia Marino, Mariachiara Gurzì e Giorgia Melcarne. Queste due ultime marcature fanno intendere che la linea è stata sfondata anche dalle figure più dirompenti, capaci di far collassare le difese. Più difficile l'impegno contro il Monti, che è riuscito a segnare anche una meta all'Imperia. Ma l'Imperia ne ha segnate ben quattro, due volte con Giulia Marino e due volte con Viola Ramone. Quest'ultima si era vista in allenamento molto più spigliata e volitiva. Le applicazioni delle giocate e soprattutto le capacità di improvvisazione nelle situazioni di superiorità numerica erano state lungamente provate. Ora si raccolgono i frutti. Il Savona infine viene battuto in modo netto, con 5 mete a favore, senza subirne nessuna. Segnano tutti i pezzi pregiati, non che comunque le altre sian da meno: Arianna Di Stefano incontrollabile va in fondo due volte, poi ancora Giorgia Melcarne, Giulia Marino e Viola Ramone. L'Imperia vince nettamente il suo raggruppamento e finalmente va a disputare una finale per il primo posto. Ovviamente si trova di fronte le padrone di casa, vere “bestie nere” per le imperiesi. Il miracolo non c'è, ma un piccolo miracolo sì. E forse non di dovrebbe parlare di miracolo, ma di reale distanza tra le due formazioni: se Torino è fiscamente robusto, competente e confidente, Imperia ha dalla sua la determinazione, la fantasia, l'imprevedibilità e giocate di indubbia classe. Non c'è tutta quella distanza tra le due squadre, anzi...una partita di finale lo dimostra. A fisici stanchi, spossati, conta la testa e qui il confronto è vero. Giulia Marino mette la sua firma in relazione ad una prestazione maiuscola da condividere con la squadra intera.. Le imperiesi perdono per due mete ad una, ma si suppone che presto potrebbero arrivare a vincere un raggruppamento. E intanto consolidano la loro posizione in classifica. L'atmosfera goliardica ha infine contagiato il gruppo, felice dei risultati ottenuti. Con autentico spirito rugbistico, si arriverà ancora e ancora una volta di più alla meta !

Risultati ufficiali del concentramento dei 4/3 a Torino:
1° partita IMPERIA -AOSTA 45 a 0 (9 METE A 0) .
2° partita IMPERIA . MONTI 20 a 5 (4 METE A 1).

3° partita IMPERIA - SAVONA 25 a 0 ( 5 METE A 0 ).
finale per il 1° e 2° posto IMPERIA-. TORINO 5 a 10 ( 1 META a 2).

 



Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo