lunedì 17 giugno 2024
02.02.2012 - VALERIO GAMBACORTA

Un'autostrada "dolce" come un pasticcino....

Di pochi giorni fa l'intervista sulla carta stampata all'amministratore delegato dell'Autostrada dei Fiori Alfredo Borchi, sull'onda delle adesioni al gruppo Facebook apolitico contro l'aumento del pedaggio di quest'ultima, in seguito alla manovra "Monti"

"I pasticcini buoni costano di più"...Questo il senso finale delle parole dell'Amministratore delegato Borchi. I motivi dell'aumento andrebbero ricercati nella complessità strutturale e geografica della zona in cui si colloca l'Autostrada dei Fiori: "Su cento chilometri contiamo 90 viadotti e 67 gallerie; detto tratto, in sostanza, è da classificarsi come autostrada di montagna al pari di quelle presenti per esempio in Valle D'Aosta ed al Frejus. Sono quelle che necessitano di maggior manutenzione e maggiori spese".

La risposta alla polemica sollevata via "facebook" è dunque arrivata. Rimane l'interrogativo dell'uomo "medio" sul perchè detti costi debbano aumentare esponenzialmente (a danno delle tasche dei cittadini) unicamente per mantenere "allo stesso livello" servizi già buoni come un pasticcino...

Diverse persone iscritte su "facebook" al gruppo di protesta (che si ripete è rigorosamente apolitico) lamentano come i tratti autostradali francesi della costa - azzurra (e come tali assimilabili per caratteristiche a quelli della Liguria) avrebbero ovviamente gli stessi costi di manutenzione ma sarebbero meglio organizzati e gestiti in fatto di sicurezza. 

 

 


Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo