venerdì 3 dicembre 2021
22.10.2012 - Lilia De Apollonia

Terminate le riprese agli Hanbury, il set si sposta a Genova

Ora il set del film sulla vita di Grace andrà a Genova per sopralluoghi, poi in Francia, in Belgio, in Spagna, a Monaco solo qualche paesaggio. Per Ponenteoggi le foto esclusive del set.

Sono terminate le riprese che hanno trasformato i giardini Hanbury e la frontiera alta in set di una delle più grandi produzioni mai arrivate in zona. Grace of Monaco, biopic con Nicole Kidman, l'attrice australiana, nata però alle isole Hawaii, che si è calata nei difficili momenti di vita, un anno esattamente, il 1962,dell'amata Grace Kelly. Il film di Dahan prodotto dalla Stone Angel, ha avuto varie riprese proprio tra la frontiera ed il parco botanico di casa nostra .Un set, quello dei giardini, chiusissimo, nessuno ha potuto vedere la star, solo intravista la prima mattina dietro i vetri della Smart, e poi nulla. Un eccesso di sicurezza immotivato che ha fatto arrabbiare i fotografi venuti dalla Liguria di levante, e non solo, apposta per avere qualche foto di quello che sarà uno dei film sicuramente più visti l'anno prossimo. Ora il set andrà a Genova per sopralluoghi, poi in Francia, in Belgio, in Spagna, a Monaco solo qualche paesaggio. Nei giardini Hanbury è stato ricreato un pomeriggio primaverile su di una veranda che ospita scene con Nicole-Grace ed i suoi, all'epoca solo 2, figli. Anche il salone dei Camini ha visto altre riprese, con Kidaman e Padre Tucker, (nella foto con Lilia De Apollonia) il reverendo che aveva fatto da tramite all'inizio della storia tra l'attrice e Ranieri, e che poi li aveva sempre seguiti come consigliere; sul set e' Frank Langella,noto attore americano che abbiamo visto da poco con Cameron Diaz in The box, ed è stato uno dei protagonisti della Nona porta di Polanski, oltre ad aver impersonato nel passato 2 volte Dracula, ed essere stato fidanzato della Taylor e della Haiworth. L'unico inoltre a sorridere all'uscita delle riprese. Camion enormi invadevano piu' di meta' della carreggiata, moltissimi addetti ai lavori stazionavano, pronti per nascondere con enormi teloni neri, e anche ombrelli, la Kidman all'uscita delle riprese in Villa. Una settimana un po' da Dolce vita, con paparazzi e grandi attori, insomma, ha vivacizzato la frontiera alta e la zona di Mortola, accadde solo, ma in forma molto minore, per il film- tv di una regista olandese, girato ai giardini ben 30 e passa anni fa. Certo ora il nome degli Hanbury è risuonato sulla stampa internazionale, ovunque, dagli Usa alla Francia all'Inghilterra, e logicamente da noi.
La loggia superiore della Villa con l'affresco della battaglia di Carlo V, trasformata in accogliente veranda per Grace ed i suoi, allora, due bimbi; per la principessa due cambi dì abito, color corallo e bianco-blu, per Carolina-bimba verde-acqua, e poi cappelli di paglia per proteggersi dal sole. Anche, oltre a Frank Langella, Robert Lindsay ed un giovane attore franco-belga come maggiordomo, due piccoli ad interpretare i principini, hanno partecipato alle scene che il parco botanico ha ospitato, anche solo come sfondo immerso nel verde smagliante a picco sul mar ligure. Ora la troupe si sposta verso il levante, per locations mirate. MonteCarlo si vedrà solo in scene panoramiche che saranno senza attori .Il regista Dahan, provenzale di La Ciotat, ama indubbiamente la nostra regione che ha scelto per l'atteso film che sarà sugli schermi il prossimo anno. Anche se la sicurezza ha peccato per zelo eccessivo nel non far avvicinare fotografi e giornalisti al set, cosa non accaduta a Mentone, forse perchè il regista non a caso è francese

 

Commenti

Nessun commento presente.
Accedi per scrivere un commento

 
Meteo